Citofono, quando sostituirlo e perché

Sia che si abiti in un condominio che in una villetta a schiera o in un appartamento indipendente introdotto da un cortile il citofono è un dispositivo utile anche sul piano della sicurezza, in quanto permette la comunicazione immediata con l’esterno e dà la possibilità di decidere a chi aprire e a chi no. Infatti, il citofono o, meglio, il videocitofono fanno vedere chi bussa, dandoci la libertà di accogliere o meno chi suona alla nostra porta. Le novità tecnologiche che stanno rivoluzionando anche questo settore possono indurre a sostituire il vecchio citofono con uno nuovo e più performante. Perché sostituire il citofono? Può essere una necessità data dall’esigenza di una maggiore sicurezza o per rendere più comoda e versatile la gestione del dispositivo.

Può essere, infatti, che l’attuale citofono non risponda ai criteri di sicurezza voluti, in tal caso si può optare per un videocitofono in modo da essere certi di poter individuare chi è dall’altra parte, un’esigenza che si pone soprattutto in presenza di anziani o disabili spesso nel mirino di malviventi. O, ancora, il citofono dev’essere sostituito per la ragione più ovvia e, se vogliamo, banale, ossia perché è rotto e, anziché ripararlo, si può decidere di investire quei soldi in un modello nuovo, sicuramente più efficiente e accessoriato, tantopiù che oggi il mercato propone dispositivi wireless con funzioni regolabili anche da remoto, senza doversi necessariamente recare alla porta per rispondere. Ma come si fa a sostituire il citofono? E, soprattutto, che tipo di modello si intende installare?

I metodi sono diversi, a seconda della tipologia dell’apparecchio. Ci limitiamo, in questa sede, a prendere in considerazione il modello più diffuso, ossia il citofono analogico a filo, dotato di solo audio. In questo caso, il dispositivo sarà attivabile da una pulsantiera che contiene i bottoni di comando, con possibilità di chiamare anche un interno. Di solito, questi modelli sono dotati di luci per la gestione dei tasti anche di notte. Mentre l’unità esterna è collocata fuori e provvista di microfono e altoparlante, quella interna è replicata in ogni stanza, con tasti per l’apertura a distanza di porta o cancello di ingresso. Per maggiori informazioni visita il sito https://sceltacitofono.it/