Coltelli per frutta e verdura: consigli per l’acquisto

In cucina ci sono moltissime regole ferree da seguire se vogliamo ottenere dei risultati buoni. Una di queste riguarda senza dubbio gli strumenti da usare: devono essere specifici per lo scopo, e di buona qualità. Per questo è bene munirsi di utensili ideali per la preparazione che intendiamo ultimare. Soprattutto i coltelli sono tra gli strumenti più usati, che hanno poi diversi scopi e sfaccettature in base al modello prescelto. Non dobbiamo per forza trovarci nella cucina di un ristorante stellato per avere a disposizione una vasta gamma di coltelli per tagliare ogni tipo di alimento! Possiamo averli anche in casa, a un prezzo contenuto.

Tra i coltelli più usati troviamo quelli per frutta e verdura. La dieta mediterranea, che quasi tutti seguono in Italia, prevede un largo consumo infatti di questi alimenti: è normale volerli preparare al meglio! In commercio infatti ce ne sono davvero molti tipi diversi, realizzati con materiali vari e con caratteristiche che differiscono. Le proposte quindi sono molte, e spesso possiamo trovarci spiazzati. Come scegliere i migliori in assoluto? Dovremo badare a determinate caratteristiche, tra cui l’impugnatura e la lama.

Possiamo trovare impugnature di vari materiali, tra cui spiccano quelli plastici (come le resine per esempio), il polipropilene, l’acciaio o il più tradizionale legno. Dobbiamo prediligere un coltello che sia ergonomico, e quindi facile da impugnare e manovrare, e che al tempo stesso richieda una piccola manutenzione. Ci sono infatti modelli che si possono lavare in lavastoviglie per esempio. Occhio anche al budget, che non guasta!

Una volta decisa l’impugnatura ideale per le nostre esigenze possiamo passare allo step successivo: la lama. Anche in questo caso le opzioni che abbiamo di fronte sono molte. Se vogliamo qualcosa di tradizionale, che non passa mai di moda, possiamo scegliere una lama in acciaio inox. Robusto e praticamente indistruttibile, questo materiale si gestisce facilmente – e ha un prezzo contenuto. Oggi poi sono stati introdotti anche materiali innovativi, come per esempio la ceramica. È molto delicata, ma estremamente affilata – grazie alla lavorazione con zirconio arricchito di magnesio, silicio e calcio. A livello di taglio è ben superiore alla media, e anche sotto il punto di vista igienico è al top. La ceramica infatti non provoca reazioni con l’alimento tagliato, e si pulisce bene e facilmente.