Cuocipappa e scaldabiberon: le differenze tra i due strumenti

Nelle vita di un bambino ci saranno varie fasi che lo porteranno a crescere e a svilupparsi nel modo corretto. Forse, pensando proprio a questo processo di crescita, le fasi che per prime ci sembrano tra le più importanti in assoluto sono tutte quelle relative al cibo e alla pappa. In effetti sarà proprio durante queste fasi che i bambini potranno andare ad assimilare tutti gli elementi che gli saranno del tutto indispensabili per crescere nel modo corretto. Pensiamo per un attimo ad una delle fasi che forse meglio di altre rappresenta proprio questo processo: la fase dello svezzamento. Lo svezzamento, che inizia di solito intorno ai 5\6 mesi, è una fase davvero molto delicato nella vita di un bambino, perchè sarà quella fase in cui inizierà ad approcciarsi a dei nuovi alimenti e cibi diversi che finora non aveva mai conosciuto. Lo svezzamento infatti porrà le basi di quella che sarà la dieta futura del bambino e renderà la sua alimentazione sempre più varia, sana ed equilibrata. Si tratta quindi di una fase fondamentale per i bambini e allo stesso tempo delicata per i genitori che si troveranno a dover preparare tanti tipi diversi di pappa. Proprio a questo proposito, se fate parte della categoria dei genitori che preferiscono preparare in casa tutti gli alimenti che il bambino andrà a mangiare, ci sono degli strumenti che potrebbero esservi molto utili durante questa fase. Uno dei migliori è il cuocipappa; questo strumento infatti, che si utilizza prettamente durante questa fase, vi permetterà sia di andare a cuocere gli alimenti e poi ad andare a frullarli trasformandoli in pappe ed omogeneizzati. Molti confondono però il cuocipappa con lo scaldabiberon, quali sono invece le differenze tra questi due strumenti? Principalmente la funzione; infatti il cuocipappa permette di preparare pappe ed omogeneizzati, invece lo scaldabiberon, come dice il nome, è realizzato per andare a scaldare i biberon da dare al bambino. Ci sono anche cuocipappa che sono provvisti di funzione di scaldabiberon, ma in linea di massima si tratta di due strumenti ben diversi.