Grattugia elettrica, manutenzione e pulizia

Per quanto diverse per forma, dimensioni e tipologia, c’è una cosa che accomuna le grattugie: vanno tutte pulite dopo l’uso e, purtroppo, nessuna dispone di sistemi autopulenti, per cui è un lavoro da fare a mano. La necessità di pulire la grattugia, indipendentemente dal fatto se sia elettrica o manuale, nasce dal fatto che ogni volta che restano residui di formaggio di altri ingredienti negli interstizi della superficie grattante, questi possono deteriorarsi e farsi veicolo di batteri e cattivi odori che finirebbero col mischiarsi al successivo prodotto grattugiato. Se smontabili i pezzi vanno puliti accuratamente, se possibile inseriti in lavastoviglie, idem se la grattugia è tutta d’un pezzo, non ci si può esimere dal pulirla e liberarla di ogni traccia di formaggio o altri ingredienti. Un altro errore che si fa comunemente è quello di mettere la grattugia in frigo, senza contare che potrebbe danneggiarsi a contatto con l’umido che tende a danneggiare i circuiti dei modelli elettrici.

Calcolando, poi, che con la grattugia si possono lavorare alimenti diversi, non solo formaggio, pulire la grattugia diventa un imperativo proprio per non mixare gli aromi di cibi differenti. Ma come pulire una grattugia elettrica o qualsiasi altro tipo di grattugia? Più semplice del previsto. Prendiamo i modelli elettrici, piccoli elettrodomestici alimentati a corrente o a batteria, con più pezzi smontabili, il pezzo da pulire con più cura è il rullo dove si concentra la sporcizia. Solitamente, il rullo si colloca nella parte finale del prodotto, allocato in prossimità del motore. Per pulire correttamente il rullo bisogna aspettare che il prodotto rimasto incastrato fra i dentini si secchi, senza per questo dover aspettare giorni, ma intervenendo con una spazzola o anche con un tozzetto di pane secco quando i residui non sono più mollicci per rimuoverli. In alternativa, si può riporre la grattugia nel freezer, per poi sottoporla al getto dell’acqua per staccare qualsiasi residuo dal rullo o dalla superficie.

C’è anche un altro modo per pulire la grattugia ed è quello di metterla in ammollo in un catino con dell’acqua calda, per poi sottoporla a un getto freddo per staccare i detriti. I residui più ostici, che non si vogliono staccare con questi semplici accorgimenti ma restano ‘incollati’ al rullo, possono essere rimossi con una lama o uno stuzzicadenti, per quanto questa operazione possa risultare noiosa. Meglio di ogni altro rimedio è la spazzola per cucina, che con poche passate riesce a pulire qualsiasi grattugia. Per altre curiosità si può consultare il sito https://grattugia-elettrica.it/.